Autore - Redazione

Monastero invisibile LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE 2020

Carissimi amici del monastero invisibile,

il tempo dell'estate, mentre ci permette un po' di riposo in più, non ci distoglie dal proposito assunto insieme di portare al Signore della Messe le nostre invocazioni per chiedere ancora sante e numerose vocazioni per la nostra Chiesa. Abbiamo voluto dedicare il foglio relativo ai mesi estivi a tutti coloro che a vario titolo si spendono nel servizio generoso della carità, a vantaggio del bene comune nel territorio diocesano. 

Pensiamo di ricordare non solo gli operatori pastorali e caritas delle nostre parrocchie, i ministri della Parola e della Comunione, chi si occupa degli ammalati, degli anziani, di chi è in difficoltà; vogliamo anche abbracciare spiritualmente tutti quei laici che nel nascondimento del lavoro quotidiano hanno garantito, spesso come volontari, i loro servizi per combattere l'emergenza Covid: medici, infermieri, operatori sanitari, operatori di polizia, amministratori, volontari di ogni genere, addetti ai servizi essenziali della persona. Per tutti chiediamo al Signore abbondanza di benedizione e sostegno nella fatica. 

Potete scaricare il foglio mensile cliccando semplicemente su questi link:

https://www.seminarionardogallipoli.it/download/2423

https://www.seminarionardogallipoli.it/download/2419

Come sempre il sussidio mensile è sia nel formato pdf (pronto per la stampa) che nel formato modificabile (docx) qualora fosse necessario adattarlo alle esigenze pastorali. E' possibile inoltrare lo strumento alle persone che aderiscono alla rete e a coloro che intendono farne parte. Tutto il materiale, anche dei mesi passati, è sempre reperibile al link: https://www.seminarionardogallipoli.it/monasteroinvisibile/

 

Vogliamo già anticiparvi, inoltre, che dal prossimo OTTOBRE il Foglio mensile avrà una nuova grafica e sarà arricchito di nuove modalità di condivisione e di ricezione ... restate in contatto con noi!

Buone vacanze!

L'equipe vocazioni del CDV

Leggi di più...

Monastero invisibile GIUGNO 2020

Carissimi amici del monastero invisibile, il mese di Giugno è legato alla devozione del Popolo di Dio per il Sacro Cuore di Gesù, la cui festa, il prossimo 19 giugno, ci ricorda anche la giornata per la santificazione sacerdotale. In forza di questo stretto legame abbiamo voluto offrire nel mese di preghiera l'intenzione per i sacerdoti della nostra diocesi di Nardò-Gallipoli e per tutti i sacerdoti del mondo

Ricorderemo in modo particolare  i nostri sacerdoti, quelli che hanno accompagnato la nostra esistenza e tuttora sono riferimenti importanti delle scelte quotidiane: i nostri parroci, i vice parroci, i collaboratori parrocchiali, gli insegnanti di religione, le guide spirituali dei gruppi e dei movimenti, i sacerdoti che ci hanno lasciato una Parola utile alla vita. Ma poi allarghiamo lo sguardo del cuore a tutti coloro che vivono la difficoltà della sofferenza del corpo o la crisi dello spirito; ai sacerdoti in terra di missione, a chi lotta per la legalità e la giustizia, per chi si spende per la pace, per i preti che servono la Chiesa negli apparati diplomatici o nei piccoli servizi nascosti e meno evidenti. 

Per tutti la nostra intenzione di preghiera sia orientata al dono della fedeltà, della dedizione e della santità sacerdotale: trovino sempre nel Cuore di Gesù la fornace ardente a cui riscaldare la passione e la generosità del primo Sì al ministero! 

Potete scaricare il foglio mensile cliccando semplicemente su questi link:

https://www.seminarionardogallipoli.it/download/2409

https://www.seminarionardogallipoli.it/download/2405

Come sempre il sussidio mensile è sia nel formato pdf (pronto per la stampa) che nel formato modificabile (docx) qualora fosse necessario adattarlo alle esigenze pastorali. E' possibile inoltrare lo strumento alle persone che aderiscono alla rete e a coloro che intendono farne parte. Tutto il materiale, anche dei mesi passati, è sempre reperibile al link: https://www.seminarionardogallipoli.it/monasteroinvisibile/

 

Grazie per il vostro impegno nel voler pregare il Signore della Messe perchè mandi vocazioni alla nostra Chiesa diocesana.

Per chi ne avesse bisogno siamo a disposizione per ogni qualsivoglia richiesta.

L'equipe vocazioni del CDV

Leggi di più...

Video interviste ai Seminaristi

i ragazzi del nostro Seminario si sono adoperati per rendere testimonianza vocazionale anche in questa strana ma profonda esperienza della quarantena. Un dono che possiamo condividere nel tempo di preparazione alla festa di San Filippo Neri, celebrata il prossimo 26 maggio pv.

 

 

Leggi di più...

L’annuncio del Vangelo

"A tal fine ho la gioia di presentare questi sussidi che i direttori di alcuni ambiti hanno elaborato. Vi esorto ad accoglierli e a farne tesoro in questa seconda fase del coronavirus, per studiare, maturare obiettivi e soprattutto pregare."

Con queste parole il nostro Vescovo Fernando presenta alcuni contributi degli uffici diocesani che vengono consegnati in questo sussidio come un dono che intende porsi a servizio del discernimento comunitario di ogni parrocchia, perché nell’esperienza della sinodalità, possiamo valorizzare il tempo presente per avviare e sostenere il passaggio da una pastorale di conservazione a una pastorale missionaria.

Clicca qui per scaricare il sussidio
https://bit.ly/sussidioCovid19

Leggi di più...

Monastero invisibile MAGGIO 2020

Cari amici del monastero invisibile, il mese di maggio è dedicato nel cuore della gente alla preghiera mariana. Nel Seminario teologico di Molfetta i nostri seminaristi la invocano con il titolo di Regina della Puglia (Regina Apuliae), in forza della materna protezione e custodia operata dalla Vergine nei decenni durante la loro formazione. Oggi tutti i sacerdoti si affidano a lei in modo particolare, quale Madre e Regina delle Vocazioni. 

Regina Apuliae - Madonna col Bambino, scuola romana sec. XIV

Abbiamo voluto pertanto dedicare il foglio mensile di preghiera ai seminaristi teologi, per chiedere al Signore custodia e coraggio nel loro cammino di discernimento e di conformazione a Cristo Buon Pastore. La circostanza è propizia, data la ricorrenza della 57ma Giornata di Preghiera per le Vocazioni (3 maggio). 

Il CDV della Diocesi, d'accordo con i Centri Regionale e Nazionale, ha fatto rete rilanciando il materiale promosso in tutti i canali a disposizione. Troverete in questo link - CLICCA QUI - sussidi per la preghiera, l'animazione della giornata anche in famiglia o nei centri di accoglienza e nelle case religiose, video testimonianza e interviste, oltre al messaggio del Papa e molto altro! 

 
Potete scaricare il foglio mensile cliccando semplicemente su questi link:
 
 
 
Come sempre il sussidio mensile è sia nel formato pdf (pronto per la stampa) che nel formato modificabile (docx) qualora fosse necessario adattarlo alle esigenze pastorali. E’ possibile inoltrare lo strumento alle persone che aderiscono alla rete e a coloro che intendono farne parte. Tutto il materiale, anche dei mesi passati, è sempre reperibile al link: https://www.seminarionardogallipoli.it/monasteroinvisibile/

Grazie per il vostro impegno nel voler pregare il Signore della Messe perchè mandi vocazioni alla nostra Chiesa diocesana.

Restiamo in contatto!

L’equipe vocazioni del CDV

Leggi di più...

Sussidi per la 57ma GMPV

(Ultimo aggiornamento 01/05/2020 11:00)

Condividiamo il materiale nazionale e il lavoro svolto - da vari amici - per preparare al meglio la giornata di preghiera per le vocazioni che si svolgerà il prossimo 3 maggio 2020...

Dai giovani seminaristi del Seminario Regionale di Molfetta - Gruppo Vocazionale

Da alcuni giovani in discernimento presso la nostra Diocesi - Gruppo Vocazionale e Seminario Minore

Video testimonianza dalle Metropolie di Puglia (Zone Pastorali della Regione)

https://www.youtube.com/watch?v=FIwF8XykvCU
GRATITUDINE - Metropolia di Lecce
https://www.youtube.com/watch?v=GEPqt81y2OE&t=33s
FATICA - Metropolia di Bari
https://www.youtube.com/watch?v=xV8Y154HvvQ
CORAGGIO - Metropolia di Taranto
https://www.youtube.com/watch?v=__kxUcWNP14
Video intervista a d.Fabio Rosini - CRV
https://www.youtube.com/watch?v=wlRs0IVsclI
Video intervista a fr.Luciano Manicardi - CRV
Leggi di più...

#LaPasquanelCuore!

A Samuele Macchia (V superiore, Galatone) abbiamo chiesto di raccontarci come si sta preparando alla Pasqua. Condividiamo le sue riflessioni : 

Stiamo vivendo un tempo difficile, particolare, inaspettato.. ma ci stiamo rendendo conto che è arrivata la settimana Santa? Sinceramente, io, faccio fatica ad orientarmi in queste giornate che talvolta possono sembrare siano tutte uguali e monotone. E' vero abbiamo tanto da fare, tante occasioni per pregare, tante per meditare, tante per poter fare il nostro dovere e goderci la famiglia, ma il senso di tutto questo qual è? Riusciamo davvero a volgere “lo sguardo verso Colui che hanno trafitto” (Zc 12,10)? Oppure ci sentiamo noi trafitti? Usciremo da questo "sepolcro"? Risorgeremo?

Sono domande che mi pongo, dubbi che vorrei chiarire, perplessità che vorrei togliermi, ma la, realtà è questa e va affrontata. Le chiese non saranno piene, le nostre narici non saranno inondate dal dolce profumo del nardo e dell'incenso, i nostri occhi non saranno abbagliati dai lumi accesi; tutto questo purtroppo, fisicamente, non sarà possibile. Ma davvero la Pasqua è solo questo? Davvero, io, noi, dobbiamo arrenderci a tutto questo? Non ci credo e non voglio crederci, devo sforzarmi di creare l'atmosfera giusta nel mio cuore per accogliere il dono del Signore, che è morto ed è risorto per me. In questa situazione, però, mi sento “costretto” a dover cambiare passo, “costretto a risorgere”, da questa situazione in cui, sia spiritualmente che fisicamente, le nostre case e le nostre vite sembrano un “sepolcro”.

Il vero pericolo, a mio parere, è perdere di vista l'obbiettivo della quaresima e della Pasqua: la conversione, il perdono e la resurrezione, da tutte le nostre piccole “morti” interiori... e quale occasione migliore di questa? Tutto ci sembra volto al negativo, ma ciò che ci sta succedendo potrebbe anche diventare un’occasione, da non sprecare, per cogliere davvero l'Essenziale e finalmente riuscire a volgere a Lui l'attenzione, cosa che, forse, anche in tempi migliori non siamo riusciti a fare. Io stesso, pensando a quei giorni che noi credevamo “migliori”, colgo tante sfaccettature delle mie giornate che potevano essere occasione di miglioria, più che di malsana pigrizia, quali erano; mi rendo conto anche che spesso, perché sopraffatto dalla routine e dalla frenesia del quotidiano, non riuscivo a cogliere tanti aspetti importanti della Parola di Dio e della vita spirituale, cosa che, invece, mi sta, paradossalmente, “regalando” questo tempo da Coronavirus.

Samuele mentre studia al pc (Galatone)

Per avere una visione completa delle mie impressioni, ho chiesto un parere alla mia famiglia, su come loro stanno vivendo questa Pasqua "particolare" e cosa a loro manca di più rispetto agli scorsi anni. Con parere alquanto unanime, ho riscontrato che a tutti loro manca l'atmosfera calorosa dei giorni di preparazione e la possibilità di vivere, da vicino, i momenti intensi di preghiera. Al contempo, però, cercano di cogliere ogni spunto e situazione utile, per quanto possibile, per creare uno spazio di spiritualità e di vicinanza con il Signore, che serva, per l'appunto, a non perdere di vista ciò che davvero è importante. Utili, a questa circostanza, sono le diverse opportunità di preghiera a distanza, come le varie dirette Instagram della parrocchia, i sussidi suggeriti dalla diocesi e dalla CEI e i momenti celebrati dal Papa. Certamente, per tutti, davvero intenso e suggestivo il momento della Benedizione Urbi et Orbi che ci ha fatti sentire avvolti dall’unico e grande abbraccio della Chiesa.

Tuttavia, in questo, c'è solo una cosa certa: la Pasqua verrà e avrà tutto il sapore della famiglia che ora più che mai si riscopre Chiesa domestica; la pietra di questo sepolcro verrà divelta, se noi lo permettiamo e la quarantena varrà superata e prima o poi torneremo ad abbracciarci e riprendere, in modo nuovo e più consapevole, la nostra quotidianità.

Non dobbiamo scoraggiarci. Ma fidarci di Dio e gli uni degli altri, #lontanimavicini, #iorestoacasa ma con #laPasquanelcuore.

Leggi di più...

La quarantena ai tempi del coronavirus

Riportiamo la testimonianza del nostro Piergiorgio (III Media, Gallipoli) che ci scrive da casa come sta vivendo questo tempo di quarantena : 

«Stiamo vivendo tutti un momento difficile... Lo è anche per noi seminaristi, abituati a vivere giornate intense e divertenti, faticose e splendide insieme, sempre nella gioia, tra le tante attività, gomito a gomito! La chiusura della scuola e del seminario mi ha forzatamente portato a cambiare ritmi, ridimensionando del tutto il mio essere "sempre attivo". Avendo nel cuore il grande dispiacere per la situazione, sono rientrato a casa: mi è sembrato tutto un po’ strano all'inizio, non riuscivo più ad organizzare bene il tempo, se non quello dello studio, spesso anche a discapito della preghiera... e questo mi faceva stare giù! Sono stati momenti difficili. 

I primi giorni passavano ed io ero ancora un po’ disperso, forse anche perchè dopo tre anni nel nostro grande seminario, gli spazi di casa mi sembravano ridotti. Mi sono rituffato però subito nella mia famiglia, che continuo a godermi, nonostante siano tornate anche le piccole e tradizionali incomprensioni con le mie sorelle... che però si chiariscono sempre dopo 5 minuti!  Con il passare dei giorni, ho preso confidenza con questo nuovo "tempo per vivere il seminario" e ho iniziato a farlo fruttificare, perché prezioso dono di Dio. E così sono tornati i grandi interrogativi, i dubbi e le domande importanti di sempre, soprattutto sui prossimi esami: Come saranno? Attorno a cosa e come imposterò la "tesina"? ...

Così ho deciso su cosa concentrare le attenzioni ed è tornato l'ordine. Anche nella preghiera, ora, mi sento più maturo e vero. Così come vere e sempre più belle mi sembrano le nostre relazioni di seminario, anche se a distanza: le videochiamate per ridere e scherzare con i compagni, gli incontri formativi e i ritiri spirituali con gli educatori, ogni cosa torna ad avere un grande valore nel mio cuore, perchè ci si possa sentire sempre e comunque vicini, come siamo stati, siamo ancora e come saremo».

 

Piergiorgio a casa
Piergiorgio, III media che studia a casa (Gallipoli)
Leggi di più...